Ribollita

Articolo a cura di Maria

Un piatto fantastico anche se poco adatto ad una serata di giochi in verità. Questo piatto merita la massima attenzione per essere degustato adeguatamente…non sono ammesse distrazioni. Giusto questo preludio di Bach. Nonostante si tratti di una zuppa tipica della tradizione toscana, da quando l’ abbiamo scoperta è diventata un appuntamento fisso sulla nostra tavola invernale. Noi ci abbiniamo dei crostini sfregati nell’aglio ma è buonissima anche gustata senza.

Ingredienti:

  • 200 gr. di fagioli borlotti secchi (vanno bene anche quelli in scatola ma circa 400 gr.)
  • 1 mazzo di cavolo nero
  • 1 quarto di verza
  • 2 patate
  • 2-3 pomodori pelati
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 foglia d’alloro
  • 1 rametto di rosmarino
  • olio extravergine di oliva
  • crostini di pane
  • a piacere pecorino grattugiato

Procedimento:

Mettete  la sera prima in ammollo i fagioli secchi per una notte. Al mattino cuocerli per 1 ora e mezza circa in una pentola di terracotta con il volume dell’acqua triplo rispetto ai fagioli. Se usate i fagioli in scatola non occorre ovviamente questa procedura.

ingredienti
alcuni ingredienti

In una casseruola capiente soffriggete in olio sedano, carota, cipolla, aglio, rosmarino e alloro. Quando è dorato aggiungete i pelati, il concentrato di pomodoro e un litro circa d’acqua. Nel frattempo pulite il cavolo nero sfilando le foglie tralasciando la parte centrale dura. Tagliate a striscioline le foglie pulite del cavolo nero e la verza. Tagliate a cubetti le patate e unite il tutto nella casseruola.

nella-pignatta

Fate cuocere per almeno mezz’ora poi aggiungete i fagioli con la loro acqua di cottura. Se usate quelli in scatola è meglio sgocciolarli e aggiungere un po d’acqua.

Fate cuocere il tutto per ancora un ora. Attenzione: se usate i fagioli in scatola aggiungeteli soltanto a venti minuti da fine cottura

aggiungete-i-fagioli

Controllate durante la cottura che la zuppa non si asciughi troppo.

Lasciate riposare un po la zuppa prima di servirla. Ottima se abbinata a crostini sfregati con aglio, una spolverata di pecorino e un poco di olio a crudo.

Provatela! E’ veramente ottima!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...