Lettere da Whitechapel

“Lettere da Whitechapel” è sicuramente uno dei giochi più ambientati in assoluto. L’anno è il 1888, divenuto tristemente famoso per gli efferati delitti di Jack lo Squartatore. Il gioco ricalca quei tragici delitti su di una accurata mappa di Londra e con un sistema di gioco simile in parte a quello di Scotland Yard. Gli autori di questo capolavoro tutto italiano sono Gabriele Mari e Gianluca Santopietro e il gioco va da 2 a 6 giocatori, con tempo previsto di gioco di un paio d’ore. In realtà colgo l’occasione parlandovi di questo gioco per terminare il discorso sui movimenti (li trovate qui e qui)delle persone e le tecniche di indagine relative. Per non dilungarmi dunque rimando a questa simpatica recensione da parte de Il Nerd Alpha su Youtube. Io proseguo con l’articolo relativo alle tecniche di pedinamento a piedi.

Tecniche di pedinamento

Non so se vi è mai capitato di pedinare qualcuno. Solitamente, il pedinamento, viene praticato da professionisti dell’indagine privata rivolta al controllo di relazioni matrimoniali in bilico, prematrimoniali o controllo giovani. Nella vita in compenso, magari per amore, tutti almeno una volta abbiamo spiato qualcuno per sapere dove andava. Pedinare qualcuno non è facile e, se la persona ci conosce la cosa diventa ancora più difficile .
Vediamo dunque gli accorgimenti essenziali per ottenere qualche risultato.

  • Una regola su tutte è, ovviamente, quella di non farsi scoprire.
    E’ meglio perdere il bersaglio che farci sorprendere nel pedinamento.
    Una persona che si accorge di essere pedinata, entrerà in allarme e le possibilità di ripetere tale azione diventano remote se non addirittura impossibili.
  • Quando avete intenzione di pedinare un soggetto vestitevi nel modo più anonimo che potete: evitate i colori brillanti e tenete in tasca un berretto che possiate indossare di tanto in tanto per variare il vostro aspetto. Indossate inoltre una giacca reversibile, se l’ avete.
  • Cercate di tenervi alla distanza massima possibile dal pedinato, ricordate che potete stare anche a un centinaio di metri di distanza pur tenendo sotto controllo la situazione.
    Al contrario se vi trovate in un centro abitato con molte persone camminate sempre dietro l’inseguito, mai dall’altro lato della strada, diventereste visibili se decidesse di attraversarla.
  • Se il pedinato si gira guardando nella vostra direzione, muovetevi. Non girate su voi stessi e nemmeno infilatevi in un portone. Questo non farebbe altro che attirare l’ attenzione su di voi. Assumete un atteggiamento casuale.
  • Se il pedinato guarda verso di voi non incrociate il suo sguardo; in questo modo attirereste la sua attenzione. Tuttavia se guarda dritto a voi, ricambiate lo sguardo ; non sfuggitelo, in quanto anche questo potrebbe dare sospetti. Naturalmente se non conoscete il pedinato!
  • Se gira l’ angolo non seguitelo immediatamente, utilizzate quando potete le vetrine di negozi che agiscano da specchio sulla strada e osservatelo con questo trucchetto. Se invece cambia direzione giratevi e seguitelo, se, al contrario, viene verso di voi, lasciatelo passare e ricominciate a pedinarlo. Se attraversa una vasta area deserta, come un parcheggio ad esempio, inseguendolo vi esporreste troppo, attendete quindi un poco senza perderlo di vista.
    N.B = il pedinato mostra di sospettare un inseguimento quando si volta indietro frequentemente oppure quando varia passo, fermandosi molto spesso. Dovrete allora decidere se continuare o far marcia indietro ed interrompere l’ inseguimento.
  • Se entra in un edificio e non siete in condizioni di inseguirlo, non perdete di vista l’ entrata; se invece entra in un edificio con molti ingressi, come ad esempio un grande magazzino, potete continuare a inseguirlo altrimenti, se uscisse da un’ altra porta, rischiereste di perderlo di vista. Se poi entra in un ristorante, sarà per voi più facile inseguirlo senza essere notati. Sedetevi dunque ad un tavolo posto in un punto in cui non possa vedervi, ma dove voi possiate vedere lui. Uscite dal ristorante prima di lui; potrebbe voltarsi indietro per controllare se qualcuno lo sta inseguendo fuori
  • Se sale su di un ascensore, salite con lui. Osservate il bottone da lui premuto e premete quello del piano superiore. Quando uscite dall’ascensore, scendete velocemente le scale; e spiando dalla porta, osservatelo stando nascosti, per tentare di scoprire in quale stanza sta entrando.
  • Una tecnica investigativa molto diffusa è l’appostamento in auto. Il detective si deve posizionare in modo da non dare nell’occhio, con un’auto di colore e modello comuni e neutri. Posizionarsi di modo che il parabrezza e lo specchietto retrovisore guardino nel punto dove si deve controllare.
  • Nell’appostamento si può essere anche in due, in quel caso una persona occupa il sedile lato passeggero e uno si siede dietro, se si è una sola persona meglio sedersi sul lato passeggero per dare l’impressione di aspettare qualcuno, e quindi per non destare sospetti nello spiato. Spesso i detective cambiano auto, prendono l’auto di un collega per non destare troppi sospetti se devono stare in appostamento per più giorni di seguito.

 

 

Annunci

3 pensieri su “Lettere da Whitechapel

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...